Strumenti personali
Tu sei qui: Portale PROGETTI IN CORSO Ben.Essere

 

 

Ben.Essere

 PROGETTO BEN.ESSERE - anno scol. 2015/16

 


 Progetto “ PREVENIRE IL DISAGIO NELLA SCUOLA DI BASE”

 

 anno scolastico 2015/2016

Anche quest'anno saranno attuate le iniziative relative al progetto di prevenzione del disagio nella scuola, attivo da ben 15 anni nel nostro Istituto, in ottemperanza all'ormai famoso detto secondo cui “prevenire è meglio che curare” .
Per rendere più comprensibile il termine disagio, possiamo affermare che con esso, in genere, si indica una condizione di difficoltà dei ragazzi, connessa a variabili personali e sociali, che si manifesta in vari modi e con diversi livelli di gravità   che espongono i ragazzi all'insuccesso e alla disaffezione verso la   scuola, lo studio, il sapere.
Possibili manifestazioni di disagio sono le difficoltà di apprendimento, le flessioni nel rendimento scolastico, i problemi di comportamento e di relazione con gli altri, l'apatia, l'iperattività, le difficoltà di attenzione...
 
Con il termine prevenzione ci si riferisce quindi ad un insieme di azioni finalizzate al benessere della persona con l’intenzione di impedire la comparsa di queste forme di disagio, ma anche, di attivare interventi mirati in risposta ad un precoce riconoscimento di problemi o disturbi.
La mancata sensibilità e la trascuratezza verso questi temi ha infatti come conseguenza l'esasperazione dei problemi, che nel tempo si consolidano e si ingigantiscono, diventando spesso ingestibili da parte della scuola e della famiglia, con costi elevati sia a livello umano che sociale.
 
In tutte le classi prime della scuola primaria sarà effettuata da parte di professionisti specializzati l’ osservazione degli allievi sul campo per identificare precocemente eventuali difficoltà e bisogni educativi specifici. La restituzione ai docenti, di quanto emerso nell'osservazione, avverrà in orario di programmazione e fornirà un’ utilissima indicazione su come procedere nel modo migliore con gli studenti nel lavoro in classe. Un ulteriore “step” di monitoraggio si svolgerà nella seconda parte dell'anno scolastico. 
 
Molto importante è la proposta che ci viene garantita ogni anno dall’A.I.A.S. per uno screening di letto-scrittura per gli alunni più piccoli della scuola primaria con lo scopo di individuare potenziali disturbi dell’apprendimento e problematiche specifiche legate alle difficoltà nel linguaggio, nella letto-scrittura.
 
Grazie al contributo del Comitato Genitori,  potrà avere continuità il Servizio di Ascolto, confronto, consulenza per le famiglie e i docenti, gratuito per gli utenti. Come consuetudine, è possibile richiedere l'incontro con l'esperto telefonando in segreteria.
 
Ed è sempre grazie al sostegno dei Genitori che sarà possibile confermare lo Sportello di Ascolto per Studenti presso la scuola secondaria Bellotti, per offrire ai ragazzi in una fascia d'età particolarmente critica e delicata, sostegno e aiuto in termini di riflessione sui propri comportamenti e decisioni.
 
Grazie invece alla collaborazione con il Consultorio per la Famiglia di via Pozzi, come lo scorso anno potranno essere avviati  nelle classi quarte e quinte della scuola primaria, e nelle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, a cura di operatori specializzati, dei percorsi educativi sulle emozioni, sulle relazioni e i conflitti, e sull'educazione affettiva , per favorire lo “star bene” con se stessi e con gli altri.
In questo delicato percorso, verranno coinvolte naturalmente anche le famiglie in un’ottica di corresponsabilità educativa anche con appositi incontri su tematiche relative alla genitorialità attraverso la realizzazione di laboratori serali presso la scuola stessa.
 
Per le classi terze della scuola secondaria è prevista anche una mattinata di approfondimento riguardante le dipendenze da sostanze stupefacenti e da alcool su proposta dell’Ordine dei Farmacisti, prevista nell’ambito del progetto prevenzione dipenze.
Nell’ambito della prevenzione del bullismo, abbiamo aderito al progetto Web Reputation proposto dal  CORECOM della Lombardia (Comitato regionale per le comunicazioni) cheha promosso un’importante iniziativa, gratuita,  che coinvolge anche le scuole, sia come prevenzione sia in termini di aiuto. L’intervento consiste nella realizzazione di incontri formativi dedicati ad alunni e docenti, finalizzati a fornire una maggiore conoscenza “tecnica” riguardo all’uso prudente e consapevole della  Rete, specialmente, dei social network.
 
Altre eventuali iniziative verranno comunicate  sul sito dell’istituto.
 
La responsabile del progetto                                                                                         Prof.ssa Longhi M. Cristina 
 
 
 

Cliccare sui link per accedere alle informazioni